PROGETTI

Palazzo Garzoni Moro

Venezia
Palazzo Garzoni Moro fu costruito attorno alla metà del XV secolo. Nel 1600 Pietro Garzoni, illustre storiografo della Repubblica di Venezia, raccolse la sua intera biblioteca in un salone nobile all'interno della prestigiosa residenza. Fino alla fine del '700, Garzoni Moro rimase di proprietà della famiglia e nel 1979 passò all'Università Cà Foscari, divenendo la sede della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. La posizione privilegiata dell'edificio storico e l'ampiezza dei volumi interni, sono caratteristiche che rendono unico Palazzo Garzoni Moro. Presenta una facciata tardogotica intarsiata da oltre 200 finestre, oltre che un'apertura su tre lati, la facciata principale sul Canal Grande, ai lati su Calle Traghetto Vecchio e Rio di Cà Garzoni, peculiarità di eccezione ed un pregiato patrimonio artistico interno. Dispone anche di una porta d'acqua che permette di arrivare in barca direttamente dal Canal Grande. Il palazzo si sviluppa su 4 Piani fuori terra per una superficie totale di circa 2.000 mq, di cui in dettaglio: piano terra, piano primo, piano 2, piano 3, piano quarto.
Il palazzo
• 4 piani fuori terra, con una superficie totale di circa 2.000 mq
• facciata tardogotica intarsiata da oltre 200 finestre
• posizione privilegiata cha affaccia su Canal Grande
• porta d'acqua per l'accesso al palazzo direttamente dal Canale


STATO DI CONSERVAZIONE:
• Data di Costruzione: quattrocento.
• Data ultima Ristrutturazione: in corso.
• Stato interno: buono, in fase di ristrutturazione, restauro conservativo degli elementi di pregio e recupero lologico degli elementi di rilevanza artistico-culturale; rimangono gli ultimi due piani da ultimare in quanto lo stato attuale è a rustico.
• Stato esterno: ottimo, restauro lologico della Facciata sul Canal Grande.


RILEVANZE STORICHE
• Data ultima manutenzione straordinaria: in corso.
• Referenze Bibliogra a: Marcello Brusegan, I palazzi di Venezia, Roma, Newton & Compton, 2007.

ORIENTAMENTO
Esposizione facciata principale con a accio su Canal Grande: Nord-ovest Altre facciate laterali: Nord-est (verso Ponte di Rialto) e Sud-Ovest

ACCESSO/COLLEGAMENTI
L' adiacente fermata di Sant'Angelo consente rapidi collegamenti con l'aeroporto Marco Polo via taxi d'acqua e con il Lido; alle altre zone della città è collegato via vaporetto. L'antistante traghetto di San Tomà congiunge con un suggestivo attraversamento in gondola le due rive del canal grande collegando i sestrieri di San Paolo e Dorsoduro con quello di San Marco, attraccando direttamente dall'ingresso del palazzo. Dista 10 min. da piazzale Roma e dalla stazione. 4 accessi d'acqua, uno direttamente su Canal Grande.

INFRASTRUTTURE ESISTENTI
Fermate di taxi d'acqua e vaporetto, accessi d'acqua e via terra.

INSEDIAMENTI D'INTERESSE
In pochi minuti a piedi si raggiungono i luoghi culturali più importanti della città: Ponte di Rialto, San Marco, il Teatro La Fenice, Palazzo Grassi, la Collezione Guggenheim, l'Accademia. Nelle vicinanze, inoltre, si trovano Campo Santo Stefano e Campo Sant'Angelo.

PREVISIONE DI SVILUPPO DELLA ZONA:
Entro il 2021 masterplan aeroporto Marco Polo Venezia (principali progetti: ampliamento aerostazione in base alle nuove previsioni di tra co, moving walkway e porta d'acqua, sistema di parcheggi, polo logistico, centrale di trigenerazione)
Destinazioni d'uso
Destinazioni d'uso ammissibili da norme
A tutti i piani: abitazioni; abitazioni collettive; uffici direzionali; uffici privati; musei; sedi espositive; biblioteche; archivi; attrezzature associative. Al piano terra: artigianato; esercizi commerciali al minuto; pubblici esercizi. A tutti i piani, a condizione che almeno uno di questi abbia superficie utile abitabile superiore a 200 mq ed a condizione che le eventuali abitazioni presenti nella medesima unità edilizia abbiano accesso separato: strutture ricettive alberghiere; strutture ricettive extralberghiere adibite ad uso ricettivo esclusivo; uffici aperti al pubblico; u ci giudiziari; attrezzature per l'istruzione; sale da ritrovo.
Sono ammessi, anche in presenza di superfici utili abitabili inferiori a 200 mq, ampliamenti di attività ricettive alberghiere esistenti alla data di adozione della presente variante purché rientrino all'interno della singola unità edilizia.
Consigliata a maggior reddito
Destinazione di rappresentanza per paese investitore estero (destinazione mista)
Al piano terra: zona espositiva e di vetrina per il paese
Ai piani primo e secondo: sale riunioni - conferenze - meeting Ai piani quarto e quinto: alloggi di rappresentanza.
Il Palazzo può costituire la sede ideale per la promozione in Europa e in Italia di un nuovo modello di rappresentanza, quale luogo privilegiato per lo sviluppo di attività culturali, economiche, imprenditoriali e diplomatiche atto a fare conoscere e promuovere il paese investitore in un nuovo concetto di estensione del Padiglione Expo in una location unica al mondo in grado di catalizzare un numero di visitatori anno superiore a 25 Milioni.